Di Maio contro Conte sulla crisi di governo: "Pianificava la rottura da mesi"

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Luigi Di Maio, ministro degli Affari Esteri, è furioso contro Giuseppe Conte, leader del suo ex partito. Secondo il capo del neonato Insieme per il futuro (Ipf) una crisi di governo adesso è da irresponsabili.

Crisi di governo, Luigi Di Maio attacca Giuseppe Conte

Torna nella dialettica politica il termine Papetee, la nota discoteca che segnò la fine del primo governo Conte. È Luigi Di Maio a riproporre questa parola, dichiarando: “Chi subì il Papeete 1 adesso sta facendo il Papeete 2. È chiaro a tutti che se oggi non votano la fiducia aprono la stagione del Papeete bis. Un marchio che non si toglieranno più. E da loro non accettiamo lezioni di coerenza“. Il ministro ha parlato durante l’assemblea di Insieme per il Futuro. Di Maio è convinto che Giuseppe Conte abbia premeditato questa crisi di governo “sperando in 9 mesi di campagna elettorale per risalire nei sondaggi, ma così condannano solo il Paese al baratro economico e sociale: non potevamo essere complici di questo piano cinico e opportunista, che trascina il paese al voto anticipato e al collasso economico e sociale”.

Le preoccupazioni di Luigi Di Maio

Luigi Di Maio ha continuato il suo discorso elencando i rischi della crisi di governo: “Oggi se perdiamo Mario Draghi rischiamo il disastro economico. Gli effetti della crisi sono devastanti: saltano i fondi del Pnrr, si va in esercizio provvisorio, non si riescono a fare provvedimenti contro il caro bollette e il caro energia, non si riuscirà a introdurre il salario minimo, non si riuscirà a fare il taglio del cuneo fiscale, salta la battaglia per il tetto massimo al prezzo del gas in Ue, si indebolisce l’Italia ai tavoli internazionali“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli