Di Maio: denuncia Iene dimostra che Camera è una groviera

Luc

Roma, 5 ott. (askanews) - Palazzo Montecitorio è una "groviera" perché nel regolamento c'è un buco, "una voragine" per quanto riguarda le norme che regolano gli ingressi alla Camera. Lo denuncia il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio ai microfoni delle Iene tornate alla carica dopo aver denunciato il caso di Federica che ha incastrato il deputato di Des-Cd Mario Caruso e il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi: la ragazza lavorava gratis per il deputato che aveva assunto come collaboratore parlamentare il figlio di Rossi.

"Ci sono i parlamentari - ha detto Di Maio intercettato dalla Iena Filippo Roma mentre entrava alla Camera - ci sono gli iscritti alla stampa parlamentare: giornalisti ed ex giornalisti che possono accedere anche se non esercitano più. Poi infine ci sono gli ex parlamentari che accedono qui liberamente". Federica accedeva alla Camera con un tesserino del gruppo parlamentare: "Il regolamento - spiega Di Maio - non mette insieme l'assunzione con il badge. Se io sono assunto come collaboratore devo seguire una trafila serrata perché il contratto deve essere vidimato dall'ordine dei consulenti del lavoro, però ci sono tanti altri modi di accedere ed è la vera questione qui. Io dall'inizio mi battevo per un regolamento degli accessi nuovo proprio perché c'erano accessi di ogni tipo: per esempio i lobbisti che poi te li ritrovi fuori dalla commissione Bilancio a chiedere di approvare emendamenti. Te li scrivono e te li danno. Questa roba qui negli anni un po' si è mitigata ma il vero grande problema è che resta una groviera. Allora o si apre a tutti e possono entrare tutti i cittadini o questo meccanismo ha creato un meccanismo di amici degli amici".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità