Di Maio: dl riders in Parlamento, sarà legge tra pochi giorni

Vep

Assisi, 4 ott. (askanews) - "Un decreto che ho seguito quando ero ministro del Lavoro e ho sempre detto una cosa: in Italia e soprattutto in alcune zone c'è talmente tanta disoccupazione che alcuni ragazzi sono disposti ad avere un lavoro pur senza guadagnare per dire che hanno un lavoro. Siamo in questo momento storico e allora succede che ogni lavoro, anche se ti dà una piccola retribuzione senza diritti accettabili, è considerato pur sempre un lavoro e questo non è colpa dei ragazzi ma colpa di una cultura del lavoro che negli ultimi 10 anni è andata sempre più verso il precariato e sempre meno verso la stabilità". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a proposito del decreto sui riders.

"Sono contento che in queste ore in Parlamento si sia raggiunto l'accordo sui riders per lavoro subordinato e diritti, e sarà legge tra pochi giorni, che significa assicurare un contratto a questi ragazzi ma soprattutto tutele - ha aggiunto -. I riders per me sono il simbolo di una generazione che finalmente dopo anni grazie al M5S e alle norme che abbiamo fatto avranno diritto oltre ad avere uno stipendio dignitoso ad orari di lavoro, garanzie sanitarie, tutele assicurative e rimborso spese per gli strumenti che utilizzano. Soprattutto avranno uno Stato che li protegge".