Di Maio: dopo visita in Cina, Italia si aspetta risultati concreti -3-

Fco

Roma, 27 nov. (askanews) - "Più della metà dei Paesi europei ha firmato un memorandum sulla Belt and Road Initiative, ma per il tessuto industriale italiano fatto da piccole e medie imprese che difficilmente, da sole, saprebbero superare gli ostacoli di un mercato complesso come quello cinese, questo memorandum è ancora più importante", ha ricordato il capo della diplomazia italiana, "Perchè mette nero su bianco le regole di ingaggio particolarmente avanzate in materia di trasparenza, inclusività, parità di condizione degli operatori, sostenibilità, procedure di gara aperte e trasparenti, proprietà intellettuali".

"La visita è poi stata l'occasione per rinsaldare il rapporto con controparti importanti, come il mio omologo Wang Yi e il ministro del Commercio Zhong Shan, con cui ho ulteriormente approfondito le opportunità di sviluppo della nostra collaborazione economica bilaterale. E in particolare", ha auspicato, "l'opportunità di crescita del nostro export verso la Cina".