Di Maio e l'sms di Salvini: "Non li tengo più, è crisi"

webinfo@adnkronos.com

"Il 7 agosto ho ricevuto un sms da Matteo Salvini che diceva 'vedi che Conte ti deve dire una cosa'". Luigi Di Maio rivela a 'Di Martedì' con Giovanni Floris, i retroscena della crisi di governo. Tutto è iniziato con un messaggino al cellulare. 

"Fino al giorno prima mi era stato detto che il governo andava avanti per 5 anni, non ci sono problemi - continua - Io l'ho richiamato e mi viene detto che non si può più andare avanti, perché i miei non li tengo più, questo governo deve cadere". Di Maio confessa di aver fatto un'ultima richiesta: "Io gli ho detto 'arriviamo al taglio dei parlamentari a settembre e lui mi ha detto 'non ci si arriva'...''.