Di Maio: "Eliminare Irap, Stato stia con aziende"

webinfo@adnkronos.com

''Lo Stato deve stare al fianco delle aziende. Dopo aver eliminato l'Irap di giugno, ora lavoriamo per cancellarla del tutto, come ha proposto Laura Castelli. E' la strada da seguire, le attività produttive sono il motore dell’Italia, sosteniamole''. Lo ha scritto su Twitter il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. 

Su Facebook Di Maio ha inoltre scritto - postando una foto di un ''pezzo di raccordo tra la rampa di collegamento e il nuovo ponte di Genova, posizionato proprio ieri'' - che ''il prossimo decreto dovrà semplificare il codice degli appalti. Le imprese non devono perdere la testa dietro a mille leggi ed enti inutili''.  

''Negli ultimi 10 mesi i riflettori di tutto il mondo sono stati puntati qui. Probabilmente in pochi credevano nel fatto che l'Italia fosse in grado di ricostruire un ponte in così poco tempo. Invece ce l’abbiamo fatta. E lasciatemi dire che con Genova è nato un nuovo e ambizioso modello di sviluppo. Senza burocrazia, senza troppe lungaggini. Un modello che punta all’efficienza'', ha aggiunto. 

''Da questa crisi dobbiamo imparare che senza interventi forti non riusciremo a rialzarci, dunque abbassiamo le tasse e semplifichiamo il codice degli appalti. Più lavoro e meno impedimenti per cittadini e imprese. Non c'è altro tempo da perdere'', ha scritto ancora: 

E ha quindi detto di aver ''riascoltato le parole dell’imprenditore Pietro Salini, che ha lavorato alla ricostruzione del nuovo ponte. Mi hanno colpito profondamente. 'Con queste mani l’abbiamo costruito. I costruttori usano le mani. Sono persone semplici, con dei sogni. Vanno a casa con il pane che hanno guadagnato. Io vorrei che questo ponte fosse un messaggio. Che da qui partisse un grande piano per il Paese, di manutenzione, di ricostruzione, che desse lavoro a milioni di persone'''.