Di Maio: escludo crisi, ma se cade governo si torna al voto

Rea

Roma, 20 lug. (askanews) - La crisi di governo Luigi Di Maio la esclude ma "se la Lega vuole andare al voto, si assume le sue responsabilità. Se cade questo governo, per noi si torna al voto. Questo è l'unico governo possibile, altrimenti rischiamo il ritorno dell' asse Pd-Forza Italia che ha distrutto l'Italia".

In un'intervista a La Stampa, il capo politico del M5s smentisce ogni tipo di confronto tra M5s e Pd: "Non abbiamo mai avuto rapporti con un partito pro-austerity che ha contribuito allo sfacelo del Paese. Non c'è e non ci sarà mai un'alleanza con loro". E sul fatto di aver definito il Pd come 'il partito di Bibbiano', riferendosi al caso giudiziario che coinvolge diversi minori, non fa alcun passo indietro: "Di quello scempio hanno parlato a lungo i giornali, individuando le responsabilità di aguzzini e complici. Tra le forze politiche, non siamo certo noi ad avere remore e imbarazzi".