Di Maio: export primi 4 mesi meglio di Francia, Germania e Spagna

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 lug. (askanews) - "Il Rapporto ICE è la fotografia di una realtà in cui l'export si conferma settore trainante dell'economia italiana", ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio partecipando alla presentazione del report Ice-Istat. "Nel 2020, nonostante la contrazione degli scambi, l'export dell'Italia ha fatto meglio di quello di altri paesi, tra cui gli Stati Uniti, la Francia, il Regno Unito. I nostri numeri sono tornati a crescere già nella seconda parte del 2020 e il 2021 sta registrando una chiara inversione di tendenza".

"Nonostante la lieve flessione del mese di maggio rispetto al mese precedente, che ricordo aveva fatto registrare un valore record nel commercio internazionale, la prospettiva dell'export resta davvero incoraggiante, con un più 23,9% di crescita rispetto ad un anno fa, nei primi cinque mesi del 2021", ha aggiunto Di Maio sottolineando che "dobbiamo tenere alta la guardia: è per questo che stiamo lavorando a rendere strutture, in Legge di Bilancio, il sostegno pubblico al Made in Italy nel mondo".

"Il mese di aprile ha segnato un boom dell'export di prodotti italiani. Il primo quadrimestre 2021 ha superato i risultati dello stesso periodo del 2019, che era stato recod, con 6,5 miliardi di euro di export in più (161,5 contro 155). Secondo Eurostat, l'aumento delle esportazioni dell'Italia nei primi quattro mesi del 2021 rispetto al 2020 (+19,8%) è stato superiore a quello di Francia (+10,8%), Germania (+11,4%) e Spagna (+16,1%)", ha aggiunto.

"Come rileva il Rapporto, le imprese che hanno reagito con maggiore determinazione sono quelle che avevano trainato la performance delle esportazioni nella fase pre-COVID e che, durante la crisi, hanno accelerato l'impiego delle tecnologie digitali per rispondere alle nuove esigenze di organizzazione del lavoro".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli