Di Maio: faccio un passo indietro ma per noi è solo l’inizio

Di Maio: faccio un passo indietro ma per noi è solo l’inizio

Roma, 22 gen. (askanews) – Un passo indietro da leader politico dei Cinque Stelle, ma Luigi Di Maio a Roma lo ha annunciato nel quadro di una generale rifondazione del movimento, lodando l’opera svolta fin qui e annunciando una nuova fase, di fronte a un pubblico acclamante riunito per presentare i primi ‘facilitatori’ sul territorio.

“Oggi sono qui per rassegnare le mie dimissioni da capo politico del Movimento 5 stelle. Così da favorire il percorso verso gli Stati generali. Molti mi stanno scrivendo e chiamando da stamattina per dirmi “non mollare”: io non ci penso per nulla a mollare. Per quanto mi riguarda si chiude soltanto una fase” ha detto Di Maio.

“E’ arrivato il momento di dirci che per stare al governo serve essere presenti sul territorio in maniera organizzata e strutturata. Ho lavorato per un anno a questo progetto, dalle elezioni in Abruzzo, e posso dire di aver portato a termine il mio compito. Da oggi comincia per il Movimento il percorso per gli Stati generali del movimento, i primi della nostra storia”.

“Il Movimento 5 stelle da sempre è chiamato ad essere la bussola dei cittadini, ed è giunto il momento per questa splendida creatura di rifondarsi. Oggi si chiude un’era ed è per questo che ho deciso di leggere questo discorso, che confesso ho cominciato a scrivere un mese fa”.

“Il movimento è un progetto visionario che non era mai stato realizzato prima. Centinaia di perfetti sconosciuti riescono a entrare in parlamento e a formare ben due governi, indicando un ottimo presidente del Consiglio e due bravissime squadre di ministri e sottosegretari, ottenendo cose che l’Italia aspettava da trent’anni.”