Di Maio: fermare il business del falso “Made in Italy”

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 apr. (askanews) - "Quello del falso Made in Italy è un business che va fermato", lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. "Parliamo di un giro d'affari di circa 100 miliardi di euro. Oltre a dare strumenti concreti alle piccole e medie imprese per esportare all'estero i prodotti italiani, come il patto per l'export, dobbiamo anche fronteggiare il falso con decisione".

"Da qui - spiega - nasce l'idea della piattaforma www.madeinitaly.gov.it, realizzata da Ice-Agenzia, che abbiamo visto anche lungo il circuito del Gran premio di Imola. Abbiamo creato un portale con i principali marketplace del mondo che contengono i prodotti di casa nostra: è un accordo per cui paghiamo alle imprese italiane, in parte o interamente, l'inserzione del 'negozio virtuale'. Così da promuovere il 'Brand Italia", quello vero, che ci rende orgogliosi, che fa lavorare le nostre aziende e crea occupazione nel nostro Paese. Compriamo e tuteliamo il vero Made in Italy".