Di Maio: il governo deve fare, sparate sopra le righe non fanno bene al Paese

"Noi siamo qui per fare. Il governo deve fare. Le forze politiche che sostengono questo governo devono impegnarsi a fare le cose. Solo che a tratti si fa confusione tra maggioranza e opposizione". Luigi Di Maio non lo cita ma è un dato di fatto che solo pochi minuti prima era stato Matteo Salvini a ribadire "io voglio un governo che fa le cose, altrimenti la parola va agli italiani".

"Mi aspetterei muri e 'no' dalle forze di opposizione, che poi è quello che fanno. Ma da chi sostiene questo governo - avverte, su Facebook il vicepremier e capo politico M5s - mi aspetto lealtà e sostegno a riforme e norme che dobbiamo portare avanti. Perché questo - ammonisce - non è un gioco, abbiamo delle responsabilità".

"Adesso dimostriamo di meritarci la fiducia che ci hanno dato gli italiani. Se ci sono problemi si risolvono, ma poi si va avanti. Attacchi, sparate fuori dalle righe, a cosa servono? Di sicuro non fanno bene al Paese", rileva ancora Di Maio. "Dobbiamo governare? Bene, facciamolo con serenità e trasparenza. Se qualcuno invece ha in mente altro, lo dica tranquillamente. Penso che possiamo fare tanto con questo governo, ma - sottolinea ancora Di Maio - ci deve essere la volontà politica da parte di tutti. Da parte del Movimento 5 stelle c'è!".