Di Maio: Italia continua a contribuire a coalizione anti-Daesh -2-

Fco

Roma, 25 giu. (askanews) - In Iraq, ha aggiunto, "malgrado la sospensione delle attivit di addestramento e il momentaneo ridispiegamento delle forze, manteniamo sul terreno uno dei principali contingenti. Non appena possibile, riprenderemo la formazione delle forze militari e di polizie irachene e curde" .

L'Italia, ha proseguito il ministro degli Esteri, finanzia "il fondo dell'Undp [Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo] per la stabilizzazione delle aree liberate e contribuiamo alla tutela del patrimonio archeologico e culturale del Paese. Co-presiediamo, insieme a Stati Uniti e Arabia Saudita, il gruppo di lavoro della coalizione per il contrasto al finanziamento di Daesh. Abbiamo confermato il nostro impegno nella missione Nato in Iraq: si tratta di una missione che ricordo essere concentrata nel settore dell'addestramento e della formazione, con l'obiettivo di preservare il nostro importante investimento in Iraq in favore della pace e della stabilit".

La nuova configurazione di questa missione, ha concluso Di Maio, "dovr essere sviluppata in stretto coordinamento con le autorit irachene e con la coalizione".