Di Maio a Jeune Afrique: Italia punta a ruolo primo piano in Africa

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 gen. (askanews) - "L'Africa è una priorità per la politica estera italiana": è quanto ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un'intervista a Jeune Afrique pubblicata oggi, in cui il titolare della Farnesina ha espresso l'intenzione del governo di "essere sempre più presente" nel continente africano, "certo di poter svolgere un ruolo di primo piano insieme ai nostri partner".

"Forti dei solidi legami" che l'Italia può vantare con i partner africani, ha precisato il ministro, è stato "messo a punto un approccio strategico che comprende i settori che riteniamo prioritari: dalla collaborazione culturale e scientifica alle azioni di sostegno alla democrazia o alla stabilizzazione delle zone di crisi".

Interpellato sulla politica migratoria italiana, Di Maio ha sottolineato che punta ad essere "globale", fondata su "un dialogo costante con i paesi di origine e di transito dei flussi migratori", capace di garantire assistenza ai migranti, ma anche aiuti ai paesi africani interessati, per a contrastare i traffici di esseri umani e creare opportunità di sviluppo socio-economico.

Riguardo alla presenza economica italiana in Africa, Di Maio ha ricordato l'impegno del governo per "rafforzare le nostre reti di sostegno sul campo, che non riguarda solo ambasciate e consolati, ma anche gli uffici dell'Ice".

"Quando le condizioni sanitarie lo consentiranno, metteremo a punto un calendario di missioni commerciali e di diverse iniziative, volte a rafforzare i rapporti delle nostre imprese con il continente nei settori più promettenti e nei progetti finanziati dalle banche multilaterali di sviluppo", ha assicurato il ministro, ricordando però che l'Africa avrà già un ruolo importante al G20 a presidenza italiana.

"L'Italia ha deciso di consacrare all'Africa una parte importante della riunione dei ministri degli Esteri del G20 che si terrà a Matera, il 28 e 29 giugno", ha precisato.