Di Maio: la Lega mi aveva offerto il posto di premier, no grazie

Roma, 28 ago. (askanews) - Luigi Di Maio conferma che la Lega gli aveva offerto come ultima sponda per rientrare in gioco la poltrona di premier. Parlando alla fine del colloquio con il presidente della Repubblica Sergio mattarella che chiude il secondo giro di consultazioni, il leader del Movimento Cinque Stelle ha detto "In questi giorni si sono alimentate tante polemiche sulla mia persona e mi ha sorpreso che in una fase così delicata che qualcuno abbia avuto il tempo di pensare a me invece che ai problemi dell'Italia".

"Vorrei comunicare all'opinione pubblica una cosa. La Lega mi ha informato in questi giorni di voler proporre me come presidente del Consiglio per riproporre un governo con il Movimento Cinque Stelle e mi ha informato di averlo comunicato anche a livello istituzionale. Li ringrazio con sincerità ma a me interessa il meglio per il paese non per me stesso" ha detto Di Maio.

"Rifiuto l'offerta della Lega con gratitudine per chi l'ha avanzata e non rinnego il lavoro fatto insieme in questi 14 mesi. Ma quel che conta per noi è che l'Italia sia sempre più forte anche a livello internazionale e il riconoscimento giunto ieri dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump ci fa capire che siamo sulla strada giusta" ha aggiunto.