Di Maio lascia M5s per formare nuovo gruppo

Luigi Di Maio parla a dei sostenitori fuori dalla sede della Camera dei deputati in piazza Monte Citorio

ROMA (Reuters) - Il ministro degli esteri, Luigi Di Maio, ha annunciato l'uscita dal Movimento 5 Stelle per formare un nuovo gruppo che sosterrà il governo di Mario Draghi e avrà una chiara vocazione euro-atlantica.

La mossa del ministro arriva dopo le accuse che Di Maio ha rivolto all'attuale leader del Movimento, Giuseppe Conte, di compromettere gli sforzi del governo a sostegno dell'Ucraina nella guarra con la Russia, indebolendo la posizione di Roma nei confronti dei partner dell'Unione europea.

La spaccatura nel Movimento, di cui Di Maio è stato tra i leader più importanti, rischia di portare una nuova fonte di instabilità nella variegata coalizione guidata da Draghi.

Il Movimento mostra sempre maggiore dissenso verso la politica di invio di armi all'Ucraina e ci sono speculazioni sulla possibilità che Conte possa considerare di portare fuori i M5s dal governo per cercare di arrestare la caduta nei sondaggi. Ieri comunque questa eventualità è stata seccamente negata dal Movimento.

"Da oggi iniziamo un nuovo percorso con persone che hanno deciso di guardare al futuro", ha detto Di Maio ieri sera in una conferenza stampa.

"E' una decisione difficile che non avrei mai immaginato di dover prendere...oggi io e molti altri colleghi ed amici lasciamo il Movimento 5 Stelle".

(Gavin Jones, Angelo Amante, versione italiana Stefano Bernabei, editing)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli