Di Maio: M5S deve innovarsi, sottovalutiamo quello che succede

Fdv

Roma, 25 ott. (askanews) - "Dobbiamo innovare, nel Movimento e nel Paese. Stiamo sottovalutando quello che sta succedendo nel mondo. Non sono un nostalgico del passato, dobbiamo aggiornarci". Lo ha detto Luigi Di Maio, leader M5S e ministro degli Esteri, chiudendo la campagna elettorale in Umbria.

Nel suo intervento Di Maio, rivolgendosi alla Lega, ha sostenuto che "li abbiamo costretti a votare la legge "spazzacorrotti", una legge con cui andranno in galera anche alcuni leghisti se condannati".

Per Di Maio "non è semplice, per noi nelle Regioni non lo è mai stato. Non so come andrà domenica, ma dobbiamo essere orgogliosi Di aver assicurato una terza via a questa regione". In passato, ha chiarito, "c'era sempre o una o l'altra fazione politica. Oggi chi sceglie Bianconi non sceglie le forze politiche che lo sostengono, ma un presidente che sceglierà i migliori per la sua giunta". In particolare, ha aggiunto, "questa mattina abbiamo detto a Bianconi che per noi il patto civico è un patto: una giunta in cui non entrano le forze politiche, e anche se il M5S prende solo tre consiglieri regionali sarà l'ago della bilancio di tutto il governo regionale",

Parlando poi di temi nazionali Di Maio ha chiarito che nel decreto fiscale "stava entrando una norma allucinante, cioè che le industrie della difesa potevano accedere ai fondi per la Cooperazione e sviluppo in Africa. Ma stare nei palazzi del governo significa anche fermare le cose assurde". Quando "eravamo all'opposizione - ha aggiunto - c'era più entusiasmo perché ne combinavano ogni giorno di tutti i colori. Ma stare al governo significa evitare di fargliele combinare".