Di Maio: missionari punto riferimento per diffusione italiano

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 ott. (askanews) - "I nostri missionari hanno rappresentato e rappresentano un punto di riferimento per i connazionali all'estero e per la diffusione della cultura italiana", ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio aprendo la prima Conferenza dei missionari italiani nel mondo.

"Lo slancio umanitario che le missionarie e i missionari italiani ancora oggi dimostrano, verso gli ultimi e gli emarginati in contesti di crisi, è lo stesso che, sul finire dell'Ottocento, li ha animati nell'assistere e accompagnare milioni di emigranti italiani in cerca di fortuna in terre lontane", ha aggiunto.

"In quei momenti drammatici e fondamentali della nostra storia, i missionari hanno garantito accoglienza, cure ma anche sostegno all'inserimento professionale dei nostri emigranti e alla scolarizzazione dei loro figli. In molti casi, essi sono stati l'unico canale per mantenere vive la lingua e la cultura italiana all'estero, diffondendone la conoscenza anche alle seconde e terze generazioni. Se l'Italia è così conosciuta e apprezzata ovunque nel mondo, molto lo dobbiamo al contributo dei missionari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli