Di Maio: "Nessun ultimatum, stanchi di sentir parlare di poltrone"

webinfo@adnkronos.com

"Qui non è questione di ultimatum, qui il punto è che siamo stanchi di sentir parlare tutti i giorni in ogni trasmissione di poltrone e toto-ministri". Lo dice Luigi Di Maio in una nota. "L'ho detto e lo ripeto: contano i programmi, le soluzioni, le idee - sottolinea - Il M5S non svende i suoi principi e i suoi valori su ambiente, lavoro, imprese, famiglie. Qui serve concretezza. Poche chiacchiere e basta slogan. Bisogna lavorare per gli italiani e bisogna farlo in fretta. Noi abbiamo 20 punti. E vogliamo che entrino nel programma di governo".