Di Maio: no reddito a brigatista, interverremo per bloccarlo

Afe

Roma, 1 ott. (askanews) - Il governo è pronto a intervenire per bloccare il pagamento del reddito di cittadinanza a Federica Saraceni, l'ex brigatista condannata per l'omicidio D'Antona. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5s) in una diretta Facebook.

"Ho letto - ha spiegato - l'appello pacato e accorato della vedova D'Antona. C'è una brigatista agli arresti domiciliari che percepisce il reddito di cittadinanza. Per noi è molto importante intervenire. Spero di incontrare la vedova D'Antona, intanto ho sentito il ministro Bonafede. Abbiamo impedito di accedere al reddito se sei ai domiciliari o in misura cautelare, è una questione di giustizia. Se vale per le misure cautelari figuriamoci se non deve valere per una persona che è stata condannata e sta scontando parte della pena ai domiciliari. Non lo possiamo permettere. Bonafede mi ha detto che forse non c'è bisogno di una legge ma se dovesse servire presenteremo un emendamento a uno dei tanti decreti che abbiamo in Parlamento e blocchiamo il reddito di cittadinanza a questa brigatista. È una questione di giustizia".