Di Maio: Ocean Viking, migranti sbarcano se redistribuiti

Gal/Ral

Roma, 14 set. (askanews) - "Credo ci sia un grande equivoco sul fatto che sia stato assegnato un porto sicuro alla Ocean Viking. È stato assegnato solo perché l'Europa ha aderito alla nostra richiesta di prendere gran parte di quei migranti". Così Luigi Di Maio, a margine della scuola di formazione dell'associazione Rousseau, ha risposto a proposito della politica verso i migranti del nuovo governo.

"Deve essere ben chiaro il principio che il nostro obiettivo è fare in modo che chi arriva in Italia venga assegnato ad altri Paesi europei - ha spiegato il ministro degli Esteri - ora c'è un automatismo in base al quale quando arriva uno straniero viene redistribuito in altri Paesi europei come accadeva in passato", insomma: "Si fanno sbarcare se vengono redistribuiti".

Di Maio ha spiegato inoltre che dalla Farnesina lavorerà su "due fronti: la cooperazione internazionale, per migliorare le condizioni economiche dei Paesi di provenienza, e gli accordi sui rimpatri, che sono importantissimi, perché sanciscono il principio che chi non può stare qui deve tornare indietro e che ci può stare qui sta in Europa, non in Italia".