Di Maio: "Ora in Afghanistan restano 30 italiani"

·1 minuto per la lettura
Andrew Harnik/Pool via REUTERS
Andrew Harnik/Pool via REUTERS

"Al momento restano circa 30 italiani in Afghanistan. Dobbiamo essere tutti orgogliosi delle donne e degli uomini della difesa e dell'intelligence che hanno lavorato per salvare oltre cinquemila afghani facendo sì che l'Italia potesse diventare primo Paese Ue per numero afghani".

A dirlo è il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in occasione del suo intervento al Forum Ambrosetti a Cernobbio.

"Voglio ringraziare le onlus e agenzie delle Nazioni Unite che hanno lavorato per salvare vite. Quello che stiamo facendo come Governo in queste ore è di collaborare con i Paesi confinanti con l'Aghanistan sul fronte del rischio terrorismo e il sostegno agli sfollati che ad esempio stanno riempendo i campi profughi. Abbiamo la volontà di costruire una maggiore tra le intelligence per evitare che tra i rifugiati ci possano essere minacce terroristiche", ha continuato.

Il ministro ha poi reso noto che "è nostra intenzione di ricollocare a Doha l'ambasciata che avevamo a Kabul".

VIDEO - Di Maio abbronzatissimo, protagonista del web

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli