Di Maio: pacificazione Siria solo con processo politico credibile

Coa

Roma, 15 ott. (askanews) - Le preoccupazioni dell'Italia vanno "oltre il contesto specifico della Siria Nord-orientale" e "riguardano la crisi siriana nel suo complesso". E' quanto spiegato dal ministro degli esteri Luigi Di Maio in un'informativa alla Camera sull'operazione militare della Turchia contro i curdi. "A oltre otto anni dall'inizio delle ostilità il conflitto siriano continua a rappresentare una ferita aperta per la comunità internazionale, con un bilancio di vittime e distruzioni che non accenna ad arrestarsi", ha detto Di Maio, aggiungendo che "l'Italia rimane convinta che una pacificazione duratura del Paese non sarà possibile senza un processo politico credibile e inclusivo sotto l'egida delle Nazioni Unite".

Il ministro ha precisato che il governo guarda "con grande attenzione all'inizio dei lavori del Comitato costituzioanle, che ha il compito di spianare la via a una soluzione democratica della crisi siriana": "anche in vista di questo passo in avanti, siamo preoccupati che l'azione turca possa vanificare questo importante tentativo", ha sottolineato.(Segue)