Di Maio: più export in India-Cina per compensare calo Germania -2-

Mos

Roma, 25 set. (askanews) - "L'India invece ha visto la visita del nostro presidente del Consiglio qualche mese fa ma è tutto un edificio da costruire. Noi guardiamo a quelli che sono gli accordi che loro stanno sottoscrivendo con altri paesi del mondo. Ho incontrato il ministro degli esteri indiano poco fa. E soprattutto sul food e su tutto il mondo dell'agricoltura e dei prodotti agroalimentari possiamo fare un grande lavoro. E anche questo andrà ad aiutare le esportazioni del made in Italy. Con l'India sicuramente ci prefiggiamo il prossimo obiettivo di stringere rapporti molto forti per il commercio. Perché l'India è un mercato non solo per il nostro made in Italy ma per tutto il mondo dell'innovazione molto importante per l'Italia", ha continuato il titolare alla Farnesina.

"Io penso - ha concluso - che il commercio sia importantissimo perché noi abbiamo, in Europa, la Germania che sta rallentando e, se rallenta l'economia della Germania, rallenta la nostra esportazione in Germania e quindi le nostre fabbriche non vendono più. Per compensare dobbiamo portare i prodotti delle nostre fabbriche verso l'India e la Cina dove c'è un ceto medio che cresce a ritmi di milioni di persone ogni anno, che vuole mangiare bene e comprare cose ben fatte, cioè made in Italy".