Di Maio a Renzi: "Abbassare i toni e lavorare"

webinfo@adnkronos.com

“Secondo me, dobbiamo abbassare i toni e metterci a lavorare tutti quanti. Secondo me non c'è bisogno di litigi, di tensioni interne al governo”. Così Luigi Di Maio, a margine delle celebrazioni per San Francesco ad assisi, risponde a chi gli chiede un commento sugli ultimi affondi di Matteo Renzi. "Abbiamo bisogno di portare a casa questa legge di bilancio con 4 questioni fondamentali - indica il ministro degli Esteri - le tasse non devono aumentare ma si devono abbassare, abbiamo bisogno di una seria lotta all'evasione, bisogna aiutare le famiglie con gli asili nido gratis e l'assegno unico e il tema del cuneo fiscale” 

Con il taglio del cuneo fiscale, spiega ancora il ministro, "noi vogliamo intervenire sulle buste paga dei lavoratori, che hanno un lordo bellissimo e un netto che è una tragedia. Ma su questo mi fido di Giuseppe Conte, mi fido del lavoro del presidente del Consiglio" I 5 miliardi di coperture che, secondo indiscrezioni, mancherebbero alla manovra? "Questo - dice - è un paese che ha decine e decine di miliardi di euro di evasione fiscale. Se non riusciamo a recuperare 5 miliardi da decine di miliardi di euro di evasione, allora dobbiamo impegnarci di più ma su questo credo che le soluzioni ci siano".