Di Maio scherza sull’emergenza a Venezia: bufera sui social

di maio

Luigi Di Maio è finito al centro delle polemiche sui social per alcune dichiarazioni pronunciate in relazione alla situazione di grave emergenza vissuta nei giorni scorsi da Venezia dopo l’inondazione di Piazza San Marco e il conseguente allagamento dell’80% della città. In particolare, nel corso di una diretta su Facebook, il leader del Movimento 5 Stelle ha duramente attaccato la Regione Veneto. Alcuni membri del consiglio regionale avrebbero infatti bocciato gli emendamenti alla Manovra presentati dal centrosinistra e dal Movimento 5 Stelle sul tema del cambiamento climatico. La bocciatura sarebbe avvenuta proprio nella notte del 12 novembre, mentre la città lagunare veniva invasa dall’acqua così come la stessa sala consiliare.

Di Maio scherza sull’acqua alta

Nel corso della diretta sui social, Di Maio ha commentato con ironia e risate, l’allagamento della sala del Consiglio Regionale veneto proprio durante la seduta che ha portato alla bocciatura dell’emendamento. “Venezia è in una regione il cui consiglio ha bocciato una nostra proposta sui cambiamenti climatici. E adesso, per effetto di quei cambiamenti climatici si sta allagando la sala consiliare della Regione Veneto” ha detto con ironia.

Bufera e polemiche

A farsi portavoce delle ire nei confronti del ministro degli Esteri è stato un assessore comunale di Venezia, Simone Venturini, che ha ricondiviso sui social il video: “Vergogna – ha detto Venturini -. Beato lui che trova qualcosa di divertente in queste giornate drammatiche per Venezia. Inaccettabile quel sorrisetto sornione mentre parla del disastro. Un miliardo di danni, decine di sfollati, un patrimonio culturale compromesso e lui sorride“.