Di Maio: Serraj blocchi partenze, migranti in centri accoglienza

Adm

Roma, 26 set. (askanews) - Il governo di Serraj deve bloccare la partenza di navi di migranti dalla Libia, ma al tempo stesso i "centri di detenzione" nel Paese nord-africano devono diventare "centri di accoglienza gestiti da organizzazioni umanitarie". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti a New York.

"Noi abbiamo dato imbarcazioni alla guardia costiera - ha spiegato - perché il governo di Serraj deve fare in modo che quando partono queste imbarcazioni, devono essere recuperate e riportate sulla costa. Ma i centri di detenzione devono diventare centri di accoglienza gestiti da organizzazioni umanitarie".

Ha aggiunto Di Maio: "La Libia ovviamente è stata oggetto di tutti i colloqui che ho avuto. Oggi avremo una prima conferenza preliminare, prima di Berlino: qui a New York io e il ministro francese degli Esteri co-presiederemo una conferenza sulla Libia per dire a tutti i paesi che sono coinvolti di parlare una sola voce. Credo che potremo fare un buon lavoro, anche insieme alle organizzazioni che si occupano di diritti umani come Unhcr e Oim, con loro possiamo fare un buon lavoro sul trattamento dei migranti in Libia".