Di Maio: su Mes nessuno scontro con Conte, non cerco pretesti

Adm

Roma, 21 nov. (askanews) - Luigi Di Maio nega scontri con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sul tema del Mes. Il leader M5s lo ha detto durante una conferenza stampa in Senato.

Ha spiegato Di Maio: "Non vedo nessun rischio di scontro con il presidente del Consiglio, nessun rischio di scontro nel governo. Qui non stiamo parlando dell'interesse di una forza politica o di un'altra".

D'altro canto, "se qualcuno, non in Italia, vuole utilizzare questo fondo per dare all'Italia quello che ha dato alla Grecia... No, grazie".

"Noi - ha continuato - siamo molto preoccupati perché ieri il presidente dell'Abi ha detto 'con questa riforma compreremo meno titoli di stato'. Vuol dire che c'è un problema".

Per questo "noi proporremo la nostra idea sul tema del fondo salva-stati. Riformato così rischia di stritolare l'Italia. Convocare un vertice di maggioranza non è una notizia, incredibile che sui giornali si parlasse di uno scontro tra M5s e Conte".

Ha concluso Di Maio: "Tra l'altro noto che nei retroscena mi si addita come quello che vuol far cadere il governo, evidentemente per spaccare la maggioranza. Qui non si sta cercando nessun pretesto, il giorno in cui non andranno più bene le cose - e non credo che arriverà nei prossimi tre anni - lo diremo chiaramente".