Di Maio svela il suo "complotto": la replica di Salvini

Di Maio svela il suo "complotto": la replica di Salvini

Momenti di tensione tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini a diMartedì, in onda su La7. Il primo a intervenire è il ministro degli Esteri, che dice la sua sulla fine dell’esecutivo gialloverde, seguito a ruota dal leader della Lega che risponde alle accuse.

SFOGLIA LA GALLERY: M5s in rivolta, i sei errori di Luigi Di Maio

VIDEO - Chi è Matteo Salvini?

Il capo politico M5s, Luigi Di Maio, spiega così il “complotto” che avrebbe innescato la crisi di governo: "Io probabilmente sono una delle due persone al mondo per raccontare quella crisi di governo. Era l'8 agosto, stavo andando alla festa di mio fratello quando Salvini mi ha mandato un sms dicendomi "e' cambiato tutto". E' Salvini che ha deciso di far cadere il governo, si "e' auto-complottato". Io sono un ministro degli Esteri, non uno psichiatra".

VIDEO - 5 domande sul taglio dei parlamentari

Matteo Salvini, arrivato in studio subito dopo Di Maio, ha replicato così al ministro degli Esteri: "Ho sentito che mi hanno dato del matto, del perverso. Ora, posso stare simpatico o antipatico, ma matto e pervertito no!".

Sul caso Moscopoli, Salvini spiega: "Non ho un rublo, chiariranno tutto ma io sessanta milioni di dollari non ce l'ho. Le pare che ho sessanta milioni di dollari in tasca?"

"Conte dice che gli ho taciuto cose importanti? Chiedetelo a Conte, si sta parlando del nulla...". Matteo Salvini risponde così a "DiMartedi'", su la7 ad alcune domande sulla vicenda fondi russi e dei suoi rapporti con Conte. "Io non ho chiesto soldi e non ho presi e comunque la Russia è un alleato fondamentale", ha aggiunto rimarcando come agli italiani interessino temi concreti come tasse, lavoro, pensioni.