Di Maio: Umbria caso a sè, alleanza con Pd non automatica

Rea

Roma, 23 set. (askanews) - "L'Umbria va trattata come un caso a sè". In quella regione "ho trovato il consenso degli eletti locali, nelle altre Regioni se ci sono contrarietà non è praticabile e soprattutto non è automatico". Lo ha precisato Luigi Di Maio, capo politico del M5s, ospite di Zapping su RaiRadioUno.

In Umbria, ha ricordato Di Maio, "c'era un'emergenza con la Giunta uscente sotto inchiesta. Il Pd si è posto l'obiettivo di non ricandidare le persone coinvolte in quella incresciosa inchiesta, diversi movimenti civici chiedevano di fare qualcosa con il M5s: io ho detto 'bene, ma serve un patto civico'. Vincenzo Bianconi è un imprenditore che viene dal mondo civico e avrà la piena autonomia di poter fare una Giunta scegliendo i migliori e non quelli indicati dai partiti".