Di Maio: “Unico Russiagate è quello che riguarda Salvini e la Lega”

di maio salvini russiagate

All’indomani del chiarimento fatto al Premier al Copasir, Luigi Di Maio concorda con Conte sul fatto che Salvini debba chiarire circa il Russiagate in cui lui sarebbe coinvolto. L’unico che esiste, secondo il leader grillino.

Russiagate, Di Maio contro Salvini

Intervenuto in un punto stampa durante una visita in Umbria, Di Maio si è detto soddisfatto delle spiegazioni date dal Presidente del Consiglio. Da più parti era infatti arrivata la richiesta che lui riferisse al Copasir sulle riunioni tenutesi tra il ministro della Giustizia americano Barr e i vertici della nostra intelligence.

Come Conte stesso ha chiarito, queste sono servite a dimostrare la totale estraneità dell’Italia nelle presunte interferenze russe verificatesi durante la campagna elettorale americana del 2016. “Si è trattato di un’interlocuzione a livello istituzionale come è normale che sia tra due Paesi alleati“, ribadisce Di Maio.

Quest’ultimo chiede però che, come ha fatto il Premier, anche Salvini chiarisca circa il Russiagate in cui sarebbe coinvolto. Vale a dire l’inchiesta secondo cui la Russia avrebbe promesso alla Lega dei finanziamenti per la campagna elettorale delle europee. “L’unico vero Russiagate che esiste“, attacca Di Maio. Per lui è assurdo che “chi non ha mai avuto il coraggio di presentarsi in Parlamento o in Commissione Antimafia adesso chieda trasparenza a chi l’ha sempre garantita anche per lui“.

Il leader del Carroccio si è infatti sempre rifiutato di riferire nelle aule parlamentari sul caso Lega-Russia, continuando a chiedere di lasciare che ci lavorasse la magistratura. Ma d’altro canto è stato anche uno dei primi a incalzare Conte a riferire al Copasir circa gli incontri tra Barr e gli 007.