Di Maio vede squadra M5S

webinfo@adnkronos.com

E ora al lavoro su legge di bilancio, taglio dei parlamentari e riforma della giustizia. Dopo il giuramento, Luigi Di Maio riunisce a Palazzo Chigi la squadra dei ministri e sottosegretari M5S per fare il punto della situazione in vista delle prossime sfide che attendono l'esecutivo giallorosso. I riflettori ovviamente sono puntati sulla manovra finanziaria, primo importante banco di prova per il governo guidato da Giuseppe Conte. Ma il ministro degli Esteri e capo politico pentastellato pone l'accento anche su altri temi cari al Movimento, come la riforma del taglio dei parlamentari (che per essere completata necessita di un ultimo passaggio alla Camera) e la riforma della giustizia, con la riduzione dei tempi sia nel civile che nel penale.  

Si parla anche di metodo e di organizzazione interna, nella riunione convocata da Di Maio: i sottosegretari dovranno collaborare con le Commissioni parlamentari, condividendo con queste ultime il lavoro sui temi. L'obiettivo è fare tesoro dell'esperienza gialloverde, provando a evitare le conflittualità che hanno segnato quella stagione dal punto di vista dell'azione di governo. Del resto anche il premier Giuseppe Conte ha rivolto un invito simile ai membri del sottogoverno dopo la cerimonia di questa mattina: "Sarà molto importante curare con la massima attenzione il rapporto con le forze politiche che sono rappresentate in Parlamento... In Commissione cerchiamo sempre di mantenere un filo diretto", le parole del presidente del Consiglio.