Di Matteo: sorpreso da no di Bonafede, mi fece apparire 'posato'

Gca

Roma, 18 giu. (askanews) - "Sono rimasto molto sorpreso dal repentino dietro front di Bonafede. Aveva proposto questo incarico a un magistrato che molti non gradivano. Non puoi tu Ministro farlo , non sono venute fuori minacce di Riina ma una condanna a morte. Se mi chiami e mi proponi di fare il capo del Dap e poi mi parli di dinieghi e mancati gradimento, perch mi hai fatto fare la figura di quello che viene chiamato e poi, in gergo mafioso, 'posato'?". Lo ha detto nel corso della sua audizione in Commissione Antimafia, Antonino Di Matteo, consigliere del Csm. In precedenza Di Matteo ha detto che "poco prima della proposta di Bonafede, io non venivo da un periodo 'normale' nell'attivit di magistrato antimafia, nel processo trattativa era accaduto di tutto: c'erano uomini dei servizi e dissi in requisitoria che un Capo dello stato in carica aveva mentito".