Di Stefano (M5s): Salvini sapeva che Savoini trattava per Lega?

Pol/Arc

Roma, 25 ott. (askanews) - "Nel servizio di Report, Konstantin Malofeev, oligarca russo vicino ai partiti sovranisti europei, ha dichiarato che Savoini gli aveva raccontato di aver trattato al Metropol 'con degli avvocati che gli avevano chiesto aiuto per una partita di petrolio di cui volevano discutere con Eni'. Di fatto avrebbe confermato l'esistenza della trattativa sul petrolio. Savoini avrebbe parlato per nome e per conto della Lega. Quindi Salvini sarebbe il mandante e Savoini il mandatario della presunta tangente milionaria? Salvini risponda. La questione è politica, non solo giudiziaria come lui si ostina a ribadire". Lo dichiara Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Esteri.

"La sera prima dell'incontro al Metropol Salvini avrebbe cenato con Savoini. Che cosa si sono detti? Possibile che non hanno minimamente parlato di ciò che sarebbe accaduto l'indomani? Salvini non sapeva niente di quello che avrebbe detto Savoini ai russi per conto della Lega? Salvini chiacchiera tanto ma quando si parla di Russia perde la lingua. La smetta di scappare e risponda alle domande", conclude l'esponente M5s.