Di Stefano (M5s): scandaloso Renzi firmi proposta per dare fondi pubblici a primarie

Pol/Luc

Roma, 20 lug. (askanews) - Sembra ieri che Matteo Renzi annunciava a tutto il mondo che avrebbe abbandonato la politica dopo la sconfitta al referendum. E invece, non solo è ancora qui incollato alla poltrona del Senato a cercare di manovrare il suo partito, ma addirittura firma una proposta di legge in cui si chiedono ben 20 milioni di euro ai cittadini italiani per finanziare le primarie interne del PD. È una pagliacciata. Una cosa scandalosa che vogliamo denunciare". Lo afferma in una nota Manlio Di Stefano del MoVimento 5 Stelle.

"È incredibile come Renzi e i suoi non trovino di meglio da fare che cercare di mettere mano nelle tasche degli italiani per dirottare soldi pubblici nelle casse vuote del loro partito. Prima presentano leggi per aumentare gli stipendi dei parlamentari, poi non contenti quella sulla reintroduzione del finanziamento pubblico ai partiti di altri 90 milioni di euro e adesso questa scellerata proposta sui 20 milioni per le primarie. Questi sembrano vivere sulla Luna. Una vergogna dopo l'altra che dimostra quanto siano attaccati a quei privilegi che noi stiamo cercando di cancellare", conclude Di Stefano.