Di Stefano in misisone in Kazakhstan e Kyrgyzstan -2-

red/Mgi

Roma, 15 nov. (askanews) - In Kyrgyzstan il Sottosegretario ha trattato temi bilaterali con i Vice Ministri degli Esteri Nuran Niyazaliyev e Azizbek Madmarov, e con i rappresentanti del Ministero dell'Economia e della Camera di Commercio. Inoltre, ha aperto la riunione semestrale del Mini Gruppo di Dublino per il Kazakhstan e il Kyrgyzstan, coordinato dall'Italia, sulla lotta al narcotraffico. Infine ha incontrato il Direttore dell'Agenzia statale per la protezione degli investimenti, Adilbek Shumkarbek e i rappresentanti del Ministero dell'Economia e della Camera di Commercio kirghisi per discutere il quadro normativo sugli investimenti in Kyrgyzstan.

In entrambe le tappe il Sottosegretario ha avuto l'opportunità di incontrare la collettività italiana, rinnovando la vicinanza del Governo agli italiani che vivono all'estero. "Ho notato - ha dichiarato il Sottosegretario Di Stefano - un grande interesse a collaborare con l'Italia nei settori energetico, agroalimentare, dei macchinari, delle energie rinnovabili e delle infrastrutture. Abbiamo creato le condizioni per rafforzare la nostra presenza ed aprire le porte alle nostre imprese, in particolare alle PMI, che hanno ottime prospettive di crescita con tutti i Paesi dell'area. Le autorità kirghise mi hanno annunciato la prossima apertura della loro Ambasciata a Roma e la conferma della presenza del loro Ministro degli Esteri, Chingiz Aidarbekov, alla Conferenza Italia-Asia Centrale di dicembre."

Il prossimo 13 dicembre si svolgerà a Roma la Conferenza Italia-Asia Centrale, che riunirà alla Farnesina rappresentanti politici dei cinque Paesi dell'Asia Centrale ed esponenti delle istituzioni finanziarie internazionali, del mondo delle imprese, dell'accademia e della cultura, in un'occasione volta discutere gli interessi dell'Italia nella regione, in vista dell'elaborazione di una strategia nazionale nei confronti dell'Asia Centrale.