Dia: 'ndrangheta investe in giochi on line, rinnovabili e sanità

Sav

Roma, 19 lug. (askanews) - "Non è un mistero che le cosche calabresi tendano ad investire nei settori più disparati, privilegiando quelli dove il ritorno dell'investimento è potenzialmente più vantaggioso. Tra questi rientrano il settore dei giochi on line e le energie rinnovabili". Lo scrive la Direzione investigativa antimafia nell'ultima Relazione Semestrale (2° semestre 2018).

"Accanto a queste espressioni imprenditoriali - si legge - sicuramente più evolute, le cosche non rinunciano a reinvestire in settori più tradizionali, che oltre a produrre ricavi, consentono loro di controllare i territori d'origine, ma anche di radicarsi fuori regione e all'estero. Ci si riferisce al comparto agricolo e alle connesse sovvenzioni pubbliche".

"Gli investimenti spaziano dal settore primario a quello terziario, alle aziende operanti nella ristorazione, nel settore turistico alberghiero, nella vendita all'ingrosso di prodotti alimentari ed ortofrutticoli, di giocattoli e casalinghi. Tra i 'tradizionali' settori di interesse delle cosche è nuovamente emerso, nel semestre, quello della sanità pubblica", conclude la Dia.