Diabete, esperti: complicanze renali e cardiovascolari enorme onere -2-

Cro-Mpd

Roma, 4 giu. (askanews) - Wheeler ha sottolineato come malattie renali e cardiovascolari siano "complicanze direttamente collegate, quindi trattando e rallentando la progressione della Malattia Renale Cronica, i medici possono anche ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, che costituiscono la principale causa di morte in questi pazienti. Il Rapporto evidenzia quanto sia importante per i medici eseguire uno screening precoce per la Malattia Renale Cronica, trattarla in modo appropriato e rivedere regolarmente i risultati del trattamento nei pazienti, al fine di prevenire lo sviluppo di gravi complicanze".

Il comitato direttivo ha anche discusso della gestione del T2DM e delle sue complicanze ai tempi del COVID-19, e ha convenuto che lo screening annuale per Malattie Renali Croniche dovrebbe continuare a svolgersi proteggendo anche le persone con Diabete, seguendo le linee guida pertinenti e utilizzando la telemedicina ove appropriato. Circa 53 milioni di persone in Europa vivono attualmente con il diabete, dato che dovrebbe salire a 67 milioni entro il 2045. Se non curati, i pazienti corrono un rischio maggiore di sviluppare gravi complicanze di salute, come le malattie renali e le malattie cardiovascolari, che sono le due pi comuni cause di morte per i pazienti con T2DM. Si stima che fino al 40% delle persone con T2DM svilupper Malattie Renali Croniche e quasi un terzo svilupper patologie cardiovascolari.

(Segue)