Diabete, il 14 novembre torna la Giornata mondiale -4-

Red

Roma, 4 nov. (askanews) - Nei giorni che vanno dal 4 al 17 novembre in oltre 500 città d'Italia verranno organizzate migliaia di attività per informare e coinvolgere tutti nella prevenzione e nella gestione della patologia. Nelle piazze, nei gazebo e nei banchetti organizzati dai volontari sarà possibile per i cittadini valutare il rischio di sviluppare il diabete nei prossimi anni compilando un semplice questionario e ricevere suggerimenti e materiale informativo dedicati alla prevenzione e alla corretta gestione del diabete. Inoltre molti servizi di diabetologia ed ambulatori di MMG saranno disponibili ad effettuare lo screening nei soggetti a rischio e lo stesso faranno più di 200 farmacie comunicali aderenti ad Assofarm. Saranno inoltre effettuati incontri di sensibilizzazione ed informazione presso diversi consultori e saranno attivi i servizi di Diabetologia Pediatrica. A livello locale verranno organizzati moltissimi eventi collaterali: conferenze stampa, convegni, dibattiti pubblici, incontri con le autorità locali, spettacoli e, come in altre parti del mondo, illuminazione in blu di numerosi monumenti. Grande spazio all'importanza dell'attività fisica come strumento di prevenzione e cura del diabete: sono in programma passeggiate ed altre attività sportive. Il diabete, però, non è solo una patologia umana ma colpisce anche gli animali, con un'incidenza importante, quasi uno su 100 tra gatti e cani. "Il diabete - sottolinea Marco Melosi, presidente dell'Associazione nazionale medici veterinari - affligge anche cane e gatto e può portare a una qualità della vita ridotta e a una morte precoce. Prevenire però si può e se curato il diabete negli animali, così come nelle persone, comporta una vita quasi del tutto normale. Basta scoprirlo in tempo". Animali adulti, spesso in sovrappeso. Questa la tipologia di animali che va più spesso incontro al diabete. Se scoperto tardi il diabete può portare a complicanze e non di rado alla morte precoce. Invece se viene diagnosticato in tempo e curato il diabete animale si comporta come quello umano, ovvero può essere tenuto sotto controllo e non alterare significativamente la qualità e la durata della vita. "Le cure - conclude Melosi - consistono in una dieta da seguire e nella terapia insulinica. E bando alla sedentarietà: lunghe passeggiate per il cane e lo stimolo al gioco per il gatto sono sempre terapie preventive validissime. Ma la diagnosi precoce rimane fondamentale: se il gatto o il cane sembrano comportarsi in modo diverso, se bevono di più o dimagriscono senza apparente motivo è sempre bene rivolgersi senza indugio al proprio veterinario".

Tutte le informazioni sulla Giornata e le iniziative correlate, nonché informazioni sugli screening nelle varie regioni sono consultabili sul sito dedicato www.diabeteitalia.it/gmd/ e sulla pagina Facebook www.facebook.com/giornatadeldiabete/.