Diabete tipo 1: continua evoluzione verso pancreas artificiale -2-

Bnz

Padova, 28 nov. (askanews) - "La tecnologia per la cura del diabete è stata rivoluzionata dal monitoraggio in continuo del glucosio sottocutaneo, che guida il paziente in 'real time' nelle scelte terapeutiche e si adatta meglio allo stile di vita di ciascuno", sottolinea Letizia Tomaselli, Coordinatore del Gruppo intersocietario AMD-SID-SIEDP "Tecnologia e diabete". "A ciò si aggiungono i primi sistemi a circuito chiuso (sistemi "ibridi" o "closed loop", ovvero il cosiddetto pancreas artificiale): dispositivi che non solo tengono traccia delle variazioni nei livelli di glicemia grazie al sensore, ma sono anche in grado di calcolare, tramite algoritmi, la quantità di insulina necessaria per tenere il paziente 'in target' e di erogare, tramite i microinfusori, l'insulina in modo automatico e personalizzato, offrendo un grado di automazione sempre più appropriato".