Diabete tipo 2 pandemia nella pandemia, ma nuove opzioni terapeutiche -2-

Cro-Mpd

Roma, 18 giu. (askanews) - "Oggi, tutti parlano di pandemia - dice Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore delegato di MSD Italia - rendendosi conto di quanto sia devastante nella vita di un popolo ma, anche e soprattutto, delle singole Persone. Fino a prima del Covid-19, il termine 'pandemia' era noto solo agli addetti ai lavori e c'era poca contezza del fatto che ci fosse gi una pandemia silenziosa, in Italia e nel mondo, quella del diabete. Ormai chiaro che non si pu pi attendere un solo secondo per fronteggiare quel bisogno di salute crescente che viene chiesto, legittimamente, dai pazienti". Ertugliflozin, il nuovo SGLT2 inibitore, grazie al suo meccanismo d'azione innovativo, del tutto indipendente dall'insulina fornisce duraturi effetti sul compenso glicemico e sugli endpoint extraglicemici quali riduzione del peso corporeo e della pressione arteriosa. I risultati dello studio Vertis hanno dimostrato che esplica anche un'azione protettiva a livello cardiaco in termini di riduzione del rischio relativo di ricovero per scompenso cardiaco, che stato ridotto del 30%, e di progressione della malattia renale principalmente in termini di significativa e sostenuta riduzione del declino della funzionalit renale in termini di eGFR.

"Lo studio Vertis CV molto importante - spiega Andrea Giaccari, Diabetologo, Professore Associato di Endocrinologia Universit Cattolica del Sacro Cuore di Roma - per alcune particolari caratteristiche: ha arruolato una pi elevata percentuale di pazienti con una storia di scompenso cardiaco e ha dimostrato sicuramente l'efficacia di ertugliflozin sui parametri metabolici, con una riduzione significativa di almeno 0.5 punti di emoglobina glicata dopo 18 mesi e che si mantiene nel tempo, per tutto il follow-up di questo studio. Uno degli aspetti fondamentali che lo studio Vertis CV ha dimostrato la riduzione delle ospedalizzazioni per scompenso cardiaco che sappiamo essere una complicanza specifica del diabete, un evento estremamente frequente. Il fatto che anche il diabetologo abbia in mano uno strumento terapeutico per prevenire questa importante complicanza davvero importante". (Segue)