Diasorin-S.Matteo, società smentisce indagine su epidemia colposa

Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 30 lug. (askanews) - A Disorin non risulta che la magistratura pavese stia indagando su persone riferibili a se stessa per eventuali responsabilità nel mancato contenimento dell'epidemia da Covid-19. Lo ha scritto in una nota dopo che il quotidiano La Provincia Pavese ha scritto che, nell'ambito dell'inchiesta sui test sierologici Diasorin-Policlinico San Matteo, la procura di Pavia sta indagando anche per epidemia colposa. Patrocinata dagli avvocati Marco De Luca e Francesco Centonze del Foro di Milano, la multinazionale fa presente in una nota che il decreto di perquisizione e sequestro e gli altri atti messi a disposizione dei difensori della società non contengono riferimenti alcuni a tale fattispecie. Disorin ricorda inoltre che l'accordo con il Policlinico San Matteo riguardante la validazione dei test molecolari e sierologici anti Covid-19 risulta tuttora "pienamente valido e efficace, a tenore e in conseguenza della decisione del Consiglio di Stato pubblicata il 16 luglio 2020 che ha sospeso l'esecutività della sentenza del Tar per la Lombardia che ne aveva precedentemente annullato gli effetti".