DiaSorin, Salvini: io nella chat? Pm fanno ridere, non me ne frega

Pat
·1 minuto per la lettura

Bologna, 25 lug. (askanews) - "A me delle chat non me ne frega un accidente". I pm della Procura di Pavia "fanno ridere". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, commentando da Bologna i particolari dell'inchiesta sull'accordo tra Policlinico San Matteo di Pavia e azienda DiaSorin per l'effettuazione dei test sierologici anti-Covid. Secondo gli inquirenti in una chat tra amministratori spuntato il nome di Matteo Salvini. "Fanno ridere... in settimana in Senato devono decidere se non sono un sequestratore di persone... Io dico che durante l'emergenza chi faceva ricerca, chi parlava di test sierologici dovrebbe solo essere ringraziato". "A me delle chat non me ne frega un accidente - ha continuato il leader della Lega -. C' un'inchiesta su persone serie dell'ospedale di Pavia? Secondo me una vergogna. C' un'inchiesta sul governatore della Lombardia perch un'azienda ha regalato dei camici? Secondo me una vergogna. Quando torniamo al governo la riforma della giustizia una delle prime cose che abbiamo il dovere morale di fare, altrimenti le aziende scappano da questo paese".