Dicembre e i matrimoni: boom di proposte sotto l’albero

webinfo@adnkronos.com

● Secondo l’indagine condotta da Matrimonio.com su un campione di circa 2000 coppie, dicembre è il mese preferito per fare la proposta di matrimonio. 

● Chi prende l’iniziativa? Nel 55% dei casi lui, nel 42% entrambi e nel 3% l’idea arriva da lei. Nel 55% dei casi la proposta avviene quando i futuri sposi si trovano soli, mentre un 7% la festeggia con i genitori. 

● La voglia di portare la storia d’amore ad un livello superiore (75,5%) e formalizzare la relazione per i figli (7,4%) sono solo due delle sette motivazioni che spingono una coppia a sposarsi. 

● Le tradizioni sono sempre meno seguite, soprattutto quando il reddito è più basso. 

Milano, 23 Dicembre 2019 - Matrimonio.com, il portale leader in Italia specializzato nel settore nuziale, si è chiesto quali siano le vere ragioni che spingono le coppie italiane a prendere una delle decisioni più importanti della loro vita e in quale momento dell’anno avvenga questo momento così cruciale all’interno di una coppia. 

Per trovare le risposte, ha aperto un sondaggio rivolto alle coppie registrate sul suo portale e i risultati ottenuti sono molto interessanti. 

Per quanto riguarda le tradizioni, queste sono sempre meno seguite, soprattutto quando il reddito è più basso; il 38% delle coppie mantiene però l’usanza dello scambio dell’anello e dell’orologio. Ma chi prende l’iniziativa? Nel 55% dei casi lui, nel 42% entrambi e nel 3% l’idea arriva da lei.  

Nel 55% dei casi la proposta avviene quando i futuri sposi si trovano soli, mentre un 7% la festeggia con i genitori. 

Ma cosa spinge le coppie a mettere l’anello al dito? E in quale periodo dell’anno si decide di formalizzare la relazione? 

Secondo questa indagine, in Italia, il mese di dicembre si vede protagonista di un boom di proposte di matrimonio (12,3%), al secondo posto si trova il mese di aprile (9,5%). 

La situazione non cambia nel resto del mondo. Secondo l’indagine condotta da The KnotWorldWide a livello mondiale relativa ai matrimoni 2019 su un campione di quasi 20.000 coppie appena sposate, infatti, dicembre si attesta anche in questo caso il mese preferito per le proposte di matrimonio. In Canada e negli Stati Uniti, ad esempio, le proposte avvengono nel 18-19% dei casi durante questo mese. Perché dicembre rappresenta allora il mese preferito dalle coppie? Sicuramente non solo perché rappresenta il dono più bello da trovare sotto l’albero di Natale, ma anche perché simboleggia un momento molto felice dell’anno e di buon auspicio per il successo futuro della coppia. Anche una coppia vip ha seguito il trend e ha ufficializzare il proprio fidanzamento nel mese di dicembre, Emma Stone e Dave McCary. 

Per quanto riguarda invece la funzione vera e propria, in Italia i mesi più gettonati per sposarsi sono settembre (23%) e giugno (22%). 

Con 195.778 matrimoni celebrati in Italia nell’anno 2018 (ovvero +4.500 rispetto all’anno precedente)*, il settore nuziale rimane stabile e il matrimonio è ancora popolare tra gli italiani.  

I matrimoni di oggi non hanno più molto a che fare con quelli dei nostri nonni e se le coppie si sposavano per ottenere l'indipendenza e condividere la ricchezza delle rispettive famiglie, le cose sono cambiate.  

Attualmente, le coppie non hanno più bisogno di sposarsi per vivere insieme, fondare una famiglia o legittimare la loro relazione. Quali sono dunque le ragioni che spingono le coppie dei giorni nostri a convolare a nozze?  

Le ragioni riportate sono sette. Per la stragrande maggioranza delle coppie (75,5%), la ragione principale per sposarsi e decidere di passare il resto della loro vita insieme è il desiderio di portare la storia d’amore ad un livello superiore. È quindi un reale desiderio delle coppie quello di esprimere i propri sentimenti attraverso un atto simbolico. Il matrimonio appare così come la ciliegina sulla torta della vita di una coppia di successo. La seconda ragione fornita dal 7,4% degli intervistati è molto diversa, poiché affermano di essersi sposati con il fine di formalizzare la loro relazione per i figli (come nota a margine, una coppia su sette ha già dei figli prima di sposarsi). È interessante notare che il 4,5% delle coppie si sposa perché spinto dalla voglia di avere presto un figlio e dare così un quadro alla futura vita familiare. Se il 3,7% decide di sposarsi per poter andare a vivere insieme, il 2,7% vede gli anni passare e per questo sceglie di formalizzare il rapporto. 

Infine, una piccola minoranza (1,6%) dichiara di sposarsi per motivi legali mentre il 4,6% è spinto da altre ragioni. 

Che si tratti di matrimonio religioso o civile, rimane forte quindi la volontà di impegnarsi a cambiare, facendo evolvere il proprio rapporto. 

Nina Pérez, CEO di Matrimonio.com: "Anche se il matrimonio è una vecchia istituzione, è ancora popolare tra le coppie come sempre. Oggi è vissuto come un vero e proprio atto d'amore tra due persone che decidono di rafforzare il loro rapporto dandogli un'altra dimensione. » 

Il matrimonio rimane quindi un impegno forte e significativo in una società che non vede più le nozze come un rito di passaggio necessario per la legittimità della coppia o per la sistemazione familiare ma, piuttosto, come un profondo desiderio delle coppie di dimostrare il loro amore reciproco.  

*Fonte: Istat - Numero di matrimoni del 2018 

Riguardo Matrimonio.com 

Matrimonio.com, parte del gruppo TheKnotWorldWide, è il principale portale leader del settore nuziale progettato per aiutare gli sposi ad organizzare il giorno più felice della loro vita. Con la sua presenza internazionale, il gruppo ha creato la comunità nuziale e il mercato virtuale dei matrimoni più grande al mondo. Ha un database dettagliato con più di 500.000 professionisti del settore e offre agli sposi gli strumenti fondamentali per preparare la loro lista di invitati, gestire il budget, cercare i fornitori, ecc.  

TheKnotWorldWide opera in 15 paesi attraverso diversi domini come Bodas.net, WeddingWire.com, TheKnot.com, Mariages.net, Casamentos.pt, Bodas.com.mx, Casamentos.com.br, Matrimonio.com.co, Matrimonios.cl, Casamientos.com.ar, Matrimonio.com.pe, Weddingwire.co.uk, Casamiento.com.uy, WeddingWire.ca e WeddingWire.in. 

Per maggiori informazioni: 

Francesca Carminati 

press@matrimonio.com 

Web: www.matrimonio.com