A dicembre Roma sarà capitale europea della New Space Economy -2-

Lcp

Roma, 8 ott. (askanews) - "New Space Economy ExpoForum - ha detto Roberto Battiston, coordinatore del comitato scientifico del progetto e direttore scientifico della Fondazione E. Amaldi - è il primo evento interamente dedicato alle potenzialità dell'economia spaziale, che vede l'Italia in prima fila a livello mondiale. Il programma PLATiNO dell' ASI del 2016 per lo sviluppo dei piccoli satelliti ad alta tecnologia, il lancio nel 2016 da parte del MISE e dell'ASI del grande piano di partnership pubblico privato Space Economy, l'ingresso in borsa di AVIO nel 2017 sono degli esempi di come la filiera spaziale italiana, compresa quella regionale, si stia sviluppando lungo le linee della Space Economy. Questa economia si sviluppa creando ed individuando nuove opportunità e mercati sia nazionali che internazionali, che sfruttano i dati e le risorse spaziali. NSE European ExpoForum è un altro tassello della Space Economy italiana, offrendo una esposizione ed un forum che si propongono come aggregatori di diverse comunità di utenti e fornitori di servizi. La partecipazione dell' ESA, della GSA, di SatCen e delle principali agenzie spaziali europee ed internazionali conferisce a questa prima edizione un grandissimo prestigio".

"Le Fiere sono un volano per lo sviluppo economico e sociale dei territori, contribuendo a oltre il 50% delle esportazione delle PMI - spiega Pietro Piccinetti, Amministratore unico di Fiera Roma -. Da qui è nata l'idea di organizzare il New Space Economy European ExpoForum. Roma, oltre a essere la terza città per numero di agenzie ONU al mondo, è sede di importanti agenzie di ricerca nazionali e centro di business in una posizione strategica nel Mediterraneo, tra Europa, Africa e Medio Oriente; il Lazio è la sola regione italiana in cui è presente l'intera filiera spaziale; l'Italia conta oltre 250 aziende impegnate in settori industriali legati all'aerospaziale, attente a innovazione, produzione intelligente, nuove tecnologie, industria 4.0. In Italia la Space Economy muove poco meno di 2 miliardi di euro; a livello globale circa 300 miliardi di euro. New Space Economy European ExpoForum vuole mettere a sistema le enormi potenzialità rappresentate da questo orizzonte: prima manifestazione convegnistica e fieristica interamente dedicata alla 'nuova' economia dello spazio, si propone come un appuntamento internazionale, interdisciplinare e intersettoriale".

NSE European ExpoForum - con il patrocinio e la partecipazione del Ministero dell' Università e Ricerca (MIUR), del Ministero dell'Industria e dello Sviluppo Economico (MISE), della Regione Lazio, di Confindustria, dell' Agenzia per il commercio italiano (ITA) e di CEFA (Central Europe Fair Alliance), dello Space Generation Advisory Council (SGAC) e di Women in Aerospace (WIAE)-Europe - includerà sessioni di conferenze e una vasta area espositiva aperta alle imprese e ai visitatori (professionisti, livello CxO, manager) che si occupano di diversi argomenti e settori (Spazio e Non Spazio).

Il programma è stato preparato da un Comitato Scientifico Internazionale che vede la partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo scientifico, istituzionale e privato. I temi che saranno affrontati in sei sessioni di mezza giornata spaziano dalle nuove forme di mobilità, all'utilizzo della geo-localizzazione per nuovi servizi come il monitoraggio delle emergenze, dei beni culturali, nel settore dell' agricoltura e della logistica; dalla Cybersecurity alle nuove forme di finanziamento e di investimento; dalla medicina e farmaceutica, all' IoT e alla manifattura spaziale.

(segue)