Dichiarazione dei redditi, il modello Unico

Deve presentare la dichiarazione dei redditi attraverso il modello Unico chi non può utilizzare il modello 730 (o, per qualunque motivo, non lo ha fatto) e deve dichiarare il possesso di uno o più dei seguenti redditi: redditi fondiari (terreni e fabbricati), redditi di capitale, redditi di lavoro dipendente, di lavoro autonomo o di impresa. Devono sempre utilizzare il modello Unico i contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili (ad esempio, imprenditori ed esercenti arti e professioni).

Anche quest’anno, per le situazioni meno complesse è stata predisposta una versione semplificata del modello Unico Persone Fisiche: Unico mini che può essere usato da chi, residente in Italia, nel periodo tra il 1° novembre 2010 e la data di presentazione della dichiarazione non ha variato il domicilio fiscale, non è titolare di partita iva e vuole fruire delle detrazioni e delle deduzioni per le spese sostenute e delle detrazioni per carichi di famiglia e lavoro. Tranne in casi eccezionali, per esempio se non si ha più un contratto e quindi un sostituto d’imposta, si deve presentare il modello per via telematica. Lo si può fare direttamente, tramite i servizi Entratel o Fisconline dell’Agenzia delle Entrate, rivolgendosi agli intermediari autorizzati (commercialisti o Caf) o tramite gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Scopri tutti gli approfondimenti sulla dichiarazione dei redditi 2014 di Yahoo Finanza