Diciassette ratti hanno imparato a guidare

I ricercatori della Richmond University, negli Stati Uniti, hanno insegnato a un gruppo di 17 ratti a guidare piccole automobili di plastica in cambio di cibo. Hanno così scoperto che questa attività aiuta gli animali a sentirsi meno stressati, aprendo la strada al potenziale sviluppo di trattamenti alternativi per alcune malattie mentali.

Per l'esperimento, descritto sulla rivista Behavioral Brain Research, gli scienziati hanno costruito una minuscola automobile elettrica attaccando un barattolo di plastica trasparente a una piastra di alluminio, montata su un set di ruote. Gli studiosi hanno poi infilato un filo di rame orizzontalmente attraverso il barattolo - la cabina dell'auto - per formare tre barre, sinistra, destra e centro.

Per guidare la macchina, il ratto si doveva sedere sulla piastra di alluminio e toccare il filo di rame. Il circuito era quindi completo e l'animale poteva selezionare la direzione in cui voleva viaggiare. Dopo mesi di allenamento, i topi hanno imparato non solo a far muovere la "ratmobile", ma anche a cambiare direzione.

Dopo gli esperimenti, i ricercatori hanno raccolto le feci dei ratti per testare sia la presenza dell'ormone dello stress corticosterone, che dell'ormone anti-stress deidroepiandrosterone. Ebbene, tutti i ratti avevano livelli più alti di deidroepiandrosterone, che gli scienziati ritengono possano essere collegati alla soddisfazione di aver appreso una nuova abilità. Secondo i ricercatori, i risultati di questi esperimenti potrebbero rivelarsi utili per future ricerche sui trattamenti per diverse condizioni psichiatriche.

"Non esiste una cura per la schizofrenia o la depressione, e dobbiamo recuperare", dice Kelly Lambert, che ha guidato lo studio. "Penso che dobbiamo guardare diversi modelli animali e diversi tipi di compiti e considerare davvero che il comportamento può cambiare la nostra neurochimica".