Dieci ragazzine aggredivano, umiliavano ed offendevano le coetanee nel centro storico

·1 minuto per la lettura
Gang di bulle minorenni fermata dalla Polizia
Gang di bulle minorenni fermata dalla Polizia

La Polizia ha fermato una gang di mini bulle che terrorizzava Siena composta da dieci ragazzine che aggredivano, umiliavano ed offendevano le coetanee nel centro storico. Gli agenti della città toscana del Palio hanno effettuato una serie di mirate perquisizioni, personali e locali, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze. Le ragazzine indagate hanno tutte un’età compresa fra i 14 e i 15 anni.

La gang di mini bulle che terrorizzava Siena

I reati che vengono contestati alla mini gang sarebbero stati commessi sia fisicamente che sui social. Per molte compagne di scuola, riprese mentre subivano quelle angherie, c’erano stati botte, calci, schiaffi sputi e pestaggi puntualmente messi online sui social. Secondo gli atti di indagine la leader della banda sarebbe stata una 15enne che aveva addirittura creato una chat WhatsApp denominata “Baby gang”.

La chat WhatsApp chiamata “Baby Gang”

Lì venivano postati anche i video delle aggressioni perpetrate. E le azioni criminali della gang venivano messe in atto, come spiega l’ordinanza della Procura minorile. “annientando la reputazione delle vittime prescelte e accrescendo, allo stesso tempo, la forza intimidatrice del gruppo”. Ad aprile del 2021 una delle vittime si era ribellata e con i suoi genitori aveva sporto denuncia, mettendo in moto le indagini degli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Siena.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli