Dietrofront Trump, piano per lasciare 200 militari in Siria

webinfo@adnkronos.com

Donald Trump sta valutando un piano, presentato dai vertici militari del Pentagono, teso a lasciare un piccolo contingente, di circa 200 militari, nel nord est della Siria. E' quanto riporta il New York Times, rivelando che questo contingente avrebbe una duplice missione: impedire il ritorno dello Stato Islamico nella regione a seguito dell'invasione turca ed impedire alle forze del governo siriano, con il sostegno dell'alleato russo, di prendere il controllo dei pozzi petroliferi nella regione.  

Fonti dell'amministrazione spiegano che Trump appare favorevole al piano, che da circa una settimana è in via di considerazione, e crede che questa mossa sarebbe sufficiente a tutelare le vittorie conseguite dagli Usa contro lo Stato Islamico. Ed a permettere alle forze curde di mantenere il controllo dei pozzi petroliferi. 

Le rivelazioni arrivano dopo che negli ultimi giorni Trump ha fatto riferimento più volte nei suoi tweet - con cui continua a difendere la decisione di ritirarsi dalla Siria ed ora ad esaltare il cessate il fuoco ottenuto dalla Turchia - al fatto che con la sua azione gli Stati Uniti hanno "messo in sicurezza il petrolio". "I soldati Usa non sono più nelle zone di combattimento o del cessate il fuoco, abbiamo messo in sicurezza il petrolio, stiamo portando i soldati a casa", ha twittato ieri.