Difensore civico Toscana: non abbassiamo la guardia su Aids

Xfi

Firenze, 30 nov. (askanews) - In occasione della giornata mondiale contro l'Aids (1 dicembre), Difensore civico della Toscana e Garante regionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, Sandro Vannini e Camilla Bianchi, scendono in prima linea. "Siamo convinti che occorra non abbassare la guardia. Gli ultimi dati disponibili certificano un calo di attenzione, anche da parte delle istituzioni, e una sottovalutazione del rischio. Domenica non dovrà essere solo il giorno per celebrare e ricordare le oltre 25 milioni di persone che hanno perso la vita, ma anche occasione per rilanciare, forte, temi quali la prevenzione, la cura, la sensibilizzazione, l'educazione, la promozione di comportamenti più responsabili, il diritto alla vita e all'integrità fisica per i giovanissimi e il contrasto all'isolamento e alla ghettizzazione di persone contagiate".

Vannini e Bianchi rispondono anche all'invito della commissione Sanità del Consiglio regionale, guidata da Stefano Scaramelli (Italia Viva), che all'indomani dell'audizione della vicepresidente della commissione regionale Pari opportunità, Caterina Coralli, ha chiesto il coinvolgimento dei garanti e deciso "azioni precise" per "rompere il silenzio" sulla malattia.

"Siamo disponibili ad ogni iniziativa che la commissione e il presidente Scaramelli vorranno intraprendere" dichiarano. Intanto lavoreranno insieme per campagne di comunicazione mirate nelle scuole e nei luoghi di aggregazione dei giovani.