Difensori civici, a Matera riunione coordinamento Regioni -2-

Red/Rus

Roma, 25 ott. (askanews) - Il Difensore civico della Basilicata, Fiordelisi, ha voluto riunire la rete italiana della difesa civica a Matera in questo anno speciale di Capitale Europea della cultura.

"Risale a circa venti anni fa - ha detto - l'ultima riunione dei Difensori civici in Basilicata, quindi per me è motivo di soddisfazione. L'esperienza è stata davvero gratificante, mi ha arricchito tantissimo aver incontrato e dato ascolto a tanti cittadini che mi hanno interessata su tematiche e disservizi. Non ho guardato ai numeri ma alle persone. Mi sono predisposta a fare da ponte tra la pubblica amministrazione e le persone che mi hanno rivolto le loro segnalazioni. Spero che questo Ufficio possa essere sempre rappresentato, anche in futuro, da persone che abbiano soprattutto la vicinanza e la componente umana alle persone, soprattutto a quelle che hanno meno strumenti per difendersi". Il presidente del Coordinamento Nobili ha esordito ringraziando per l'ospitalità dicendosi "molto lieto di celebrare questo incontro a Matera, città bellissima e Capitale Europea della cultura".

Quindi ha espresso "l'augurio ad Antonia Fiordelisi a continuare a lavorare insieme. I Difensori civici sono molto importanti per il loro ruolo di riferimento per i cittadini e ci apprestiamo all'attribuzione di ulteriori ruoli su cui oggi discutiamo. Siamo impegnati pure a completare la rete civica e far sì che pure le tre Regioni in cui non è presente il Difensore civico possano adeguarsi e rimuovere questa anomalia".(Segue)